– Scuola di Arti Marziali Tradizionali Giapponesi – Nihon Kobudo –

L’associazione Kobukan Roma nasce all’inizio del 1999 riunendo un gruppo collaudato di praticanti e cultori delle arti marziali tradizionali, da anni presenti sui tatami italiani e internazionali.
Da più di vent’anni il nostro Dojo è la nostra seconda famiglia, luogo fisico e spirituale dove gli insegnamenti trasmessi si protraggono anche fuori dal tatami, accompagnandoci nella quotidianità.

Sotto la guida dei Maestri pratichiamo “da cuore a cuore” le scuole di arti marziali giapponesi del Tenshin Shoden Katori Shinto Ryu, Hoki Ryu e Fuden Ryu.

Aderiamo alla Dai Nippon Butokukai International Division

Il Dojo è guidato del Maestro Fabio Bardanzellu
La Pratica si svolge il Martedì e il Giovedì, 19:30-21:30

Roma
Piazzale dei Santi Pietro e Paolo, n. 20

𝗠𝗘𝗥𝗖𝗔𝗧𝗜𝗡𝗢 𝗚𝗜𝗔𝗣𝗣𝗢𝗡𝗘𝗦𝗘 𝗘 𝗢𝗣𝗘𝗡 𝗗𝗔𝗬 

Ancora una volta ci troverete presso il nostro stand al mercatino giapponese sabato e domenica 21 e 22 maggio! 

Oltre al poterci incontrare presso il nostro stand e ad assistere alle dimostrazioni, sarà possibile per i visitatori partecipare all’open day e fare una prova di pratica con noi! Per fare la prova sarà necessario indossare una tuta, riguardo all’attrezzatura, sarà fornita da noi.


Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci!


Vi aspettiamo con entusiasmo al mercatino!


Programma giornate 21/22 maggio 2022:


Orario dimostrazioni:

– 13:30

– 18:00

Orario open-day:

Dalle 10:00 alle 12:00

Dalle 15:30 alle 17:30

Notizie Recenti
Articoli Recenti
  • Fuden Ryu
    La scuola di sojutsu Fuden Ryu raccoglie l’eredità di un’arte nata ed evoluta in Giappone fina dalla fine dell’ottavo secolo. Le tecniche della scuola Fuden Ryu furono […]
  • Tenshin Shoden Katori Shinto Ryu
    Il tempio di Katori è un importante punto di riferimento dello Shintoismo, collocato nella regione di Katori, città di Sawara, nella prefettura di Chiba, ed è dedicato a Futsu-nushi no Mikoto. […]
  • Hoki Ryu
    Il giorno della nascita sua madre sognò che un fiore di glicine le cadeva in bocca, decise quindi di chiamare suo foglio Tojiro, nome la cui parte iniziale significa appunto glicine. Il giovane […]